La strada del rito

Con il risanamento statico ed estetico di alcune strade circostanti il territorio del Comune di Ulassai, promosso dalla Regione Sardegna, Maria Lai realizzò nel 1992  uno dei suoi più impegnativi interventi sul territorio : La strada del rito che congiunge Ulassai  alla località di Santa Barbara.
 Il percorso si snoda su un paesaggio carico di silenzio e di severità, i muri erano distanti tra loro e si incontravano uno alla volta tra le curve della strada. L’artista finge di dare voce e memoria alle pietre. Sui muri, Maria  distribuisce pani e pesci, ricordando che fin dai tempi antichi le pietre di Santa Barbara, vedevano passare una volta all’anno, un intero paese in festa che si accampava in uno spazio attrezzato. Un pellegrinaggio che un tempo si faceva a piedi,  o a cavallo, o su carri a buoi, carichi di mercanzie e di bambini. Allora quella strada, che si snoda per 7 km, era scoscesa di precipizi e coperta di sassi ricordava la Lai, l’asfalto è solo un fatto recente, ma la velocità non toglie la suggestione di un incombenza sul paesaggio. In quel luogo gli ulassesi venivano a chiedere la grazia dell’acqua, alla santa dei temporali e della siccità. La devozione si esprimeva tra balli e preghiere, in raduni popolari che ricordano uno dei miracoli del Vangelo.  Il sacro si incontra con il paesaggio e dà voce alla memoria.

Ecco allora apparire i pani, quelli delle feste, una fioritura di forme che si ripetono con interpretazioni creative in cui si riconosce la tradizione, e i pesci abbondanti nelle sorgenti sparpagliate tra le montagne: immagini realizzate a stampo in cemento. Come disse Maria: “ Inoltre è questo il motivo che ha determinato la mia scelta, il tema di una moltiplicazione corrisponde ad una serialità che determina il mio intervento sui muri.”